GNOCCHI DI ZUCCA E RICOTTA

Quanti gnocchi per persona? questo il dilemma di ogni buon cuoco casalingo. Ma, in realtà, ciò che conta è che li fate con amore e con ingredienti naturali. Gustateli e amateli tutti! Buon appetito
iStock 464642832 1

INGREDIENTI

200 g di polpa di zucca matura

300 gr di patate farinose

2/3 uova

sale fino

100 gr di farina bianca tipo 00

50 gr di burro

pepe nero

ricotta affumicata

Cuocete in forno la zucca per 30 minuti a 180 gradi. Lessate in acqua bollente e salata le patate per circa 30 minuti. Pulite la zucca e le patate. Passateli insieme nello schiacciapatate, unendo le uova, un pizzico di sale, la farina bianca. Procedete all’impasto velocemente per evitare di aggiungere troppa farina. Tirate l’impasto fino ad ottenere dei vermicelli di circa 3 centimetri di diametro che poi taglierete formando degli gnocchetti, che spolvererete con un velo di farine per evitare che si attacchino

Passateli su una grattugia per dare loro la caratteristica forma.

Fate fondere in un pentolino il burro.

Cuocete quindi gli gnocchi in una pentola capiente con abbondante acqua bollente e salta, fino a quando non emergono.

Una volta cotti, scolati dall’acqua con un mestolo forato, unite al burro caldo.

Grattugiate abbondante ricotta affumicata.

Quanti gnocchi per persona? Dipende. Dipende da quanto grandi sono gli gnocchi. Io vi consiglierei 10/15 gnocchi di media grandezza a persona, che corrispondano più o meno a 100 grammi a persona. Ma se sono buoni, e questi con la zucca e la ricotta affumicata, lo sono di sicuro, abbondate !! Buon appetito!

Ma che cos’è uno gnocco? lo gnòcco in dialetto veneto gnòco «protuberanza, gnocco», forse dal longobardo knohhil «nodo nel legno»

Gli gnocchi sono un piatto tradizionale della cucina veneta, piemontese e romana, costituito da un impasto di farina e patate (già lessate e schiacciate), tagliato a bocconcini di forma cilindrica per lo più ottenuti arrotolandoli con due dita sulla superficie di una grattugia.

Gli gnocchi mangiano come primo piatto, lessati e conditi con sugo o con burro. 

Gli gnocchi si usano con diversi ingredienti;  gnocchi di semolinodi farina gialladi fegatognocchi alla romana (detti però a Roma gnocchi di semolino), costituiti da un impasto di semolino, latte, uova e burro, tagliato a riquadri o a dischi che si cuociono in teglia al forno e si servono conditi con abbondante burro e parmigiano, in alcune zone anche con piselli, cervellino e animelle.

Gnocco fritto, in Emilia, una sorta di crescentina o pizza; gnocchi di latte, nel Lazio, dolci a base di latte, uova, farina e burro, cotti al forno; pasticcetti di gnocchi, specie di pasticcini di pasta frolla ripieni con la pasta degli gnocchi di latte.